BASTA INCIUCI DI PARTITO!!

nomine csm

Vogliamo nomi onesti, competenti e liberi dalla politica.
Questo è quello che chiediamo ed è quello che voteremo!!!

Lo ripeto:

“Non abbiamo bisogno di chissà quali grandi cose o chissà quali grandi uomini. Abbiamo solo bisogno di più gente onesta”.
(Benedetto Croce)

Pubblicato in Diario quotidiano | Lascia un commento

I 1000 giorni che non abbiamo

Oggi, per l’ennesima volta, il Parlamento in seduta comune si riunisce per votare i cosiddetti ‘membri laici’ della Corte Costituzionale e del CSM. L’INDECENZA della DECIMA votazione dopo 9 fumate nere. Un Parlamento in stallo e le istituzioni FERME, inchinate davanti alle logiche spartitorie dello scellerato ‘patto del Nazareno’.
Oggi, come accaduto altre 9 volte, scriverò nomi di persone competenti, indipendenti da queste logiche, scelte dai cittadini.  Anche oggi mi sentirò una persona libera.

Oggi, il Parlamento si è riunito inoltre per assistere al grande show diRenzi che è venuto a raccontarci aria!! Annunci del “poi faremo”. Ma come possiamo fidarci?? Quando un paese è in ginocchio e loro continuano a fare i giochini di potere.

Per ora sappiamo soltanto che siamo tornati in recessione e che l’Ocse prevede addirittura un Pil sprofondato a -0,4% alla fine del 2014. Sappiamo soltanto che le tasse sono aumentate e che la gente non ha lavoro.

Dobbiamo agire subito!!

Caro Renzi l’Italia non può aspettare altri 1000 giorni!!!!

Pubblicato in Diario quotidiano | Lascia un commento

Di annunci e tweet siamo ormai stanchi!!

Pubblicato in Diario quotidiano | Lascia un commento

La selva oscura dell’autoriciclaggio

Sono mesi che il testo sulla “voluntary disclosure”, cioè sull’autodenuncia di chi rivela al fisco i soldi custoditi all’estero, è in discussione in Commissione Finanze!!
Questo disegno di legge era già apparso in Commissione sottoforma di decreto prima delle elezioni europee, poi in seguito allo scandalo legato a vari episodi di corruzione, non è stato più discusso (per evitare di perdere voti durante la campagna elettorale?), per poi ricomparire dopo il voto europeo e riscomparire con l’ennesimo rinvio,
l’ ulteriore sacrificio immolato sull’altare del “patto del Nazareno”.
Questo è il nuovo verso dell’Italia??
Ma lo sa il Governo che attraverso l’aumento delle pene per i reati fiscali riferibili ai grandi evasori, l’introduzione del reato di autoriciclaggio si potrebbe recuperare gettito vitale per ridurre il carico fiscale per le piccole e medie imprese in difficoltà?????
fotoooooooooooooooooooo

Pubblicato in Diario quotidiano | 1 commento

Che Dio ce la mandi buona!!

Sotto inchiesta entrambi i candidati PD alla presidenza della Regione Emilia Romagna…e tutto tace!!!
La politica silente continua a sedere comodamente sulla propria poltrona. Ma è possibile che il nostro paese continui ad essere governato da questa gente??
Purtroppo si…perchè “questa gente” è così saldamente attaccata al potere che mandarla a casa prevede uno sforzo più che umano. Noi ci stiamo provando. Ogni giorno e ce la faremo.
Per questo chiedo a tutti voi di essere presenti i giorni 10,11 e 12 Ottobre al Circo Massimo per condividere con tutti noi questo grande progetto di cambiamento.
Per ricordare tutto quello che è stato fatto grazie al M5s.
L’onestà tornerà di moda!!!
Grazie Beppe!!!!!!

Pubblicato in Diario quotidiano | Lascia un commento

L’INSOSTENIBILE PESANTEZZA DELL’ESSERE TARTASSATI

Comuni nel caos, in un dramma tutto all’italiana. Entro domani dovranno deliberare l’aliquota Tasi in una corsa dove gli ostacoli sono ad ogni passo: uno su tre ancora non ha deciso quale aliquota fissare!
Intanto dai dati elaborati dall’ufficio studi della Uil emerge che l’aliquota media della Tasi delle 69 città capoluogo di provincia, è del 2,46 per mille, ben vicina al tetto massimo consentito di 2,5 senza tenere conto dell’addizionale dello 0,8%.
Per una famiglia su due la Tasi sarà addirittura più cara dell’Imu con detrazioni molto più basse.
Come sempre ad essere penalizzate saranno le tantissime famiglie con figli che vivono in condizioni modeste. Si stanno intanto avverando le previsioni più fosche, come quelle della CGIA di Mestre, che pronosticava per il 2014, rispetto allo scorso anno, un aumento complessivo delle imposte sugli immobili pari a 4,6 miliardi di euro.
La casa non sarà più la dimora della propria IDENTITA’ e della propria storia ma il salvadanaio dei governi in carica. Dove la parola d’ordine sarà: TASSARE.
Batti e ribatti, sempre i cittadini dovranno pagare!!!!

Pubblicato in Senza categoria | Lascia un commento

Il passato che ritorna

Ricordate il decreto Imu-Bankitalia di gennaio scorso che regalava 7,5 mld alle banche?
Ricordate le nostre battaglie in Aula???

“Come molti ricorderanno, il ministro che ha avvallato quel provvedimento era Fabrizio Saccomanni. La bontà di quel decreto legge (per i cittadini e le casse dello Stato e non per le banche ovviamente) fu subito messa in discussione da molti economisti e associazioni. Lo stesso Ministro, nell’audizione che tenne in Commissione Finanze alla Camera, non fu molto convincente nella difesa del provvedimento di fronte alle nostre osservazioni, dandoci quasi l’impressione di non conoscere a fondo il testo della legge. Tante furono le pressioni su questa norma che non fu possibile emendarla alla Camera e che vide, per la prima volta nella storia della Repubblica, l’utilizzo della ghigliottina. Ebbene, ora a distanza di qualche mese apprendiamo che l’ex ministro ha trovato una nuova sistemazione. E non una qualunque, bensì una carica istituita appositamente per lui alla Banca d’Italia. In tutto segreto, infatti, il Governatore e il Direttorio di Bankitalia a maggio hanno creato dal nulla la fondamentale figura di Direttore Generale Onorario. Una poltrona che ci è costata 7,5 miliardi di euro, che ancora non sappiamo quanto altro costerà tra stipendi, benefit, auto blu e uffici correlati e la quale utilità è ancora ignota. In una situazione in cui le famiglie fanno fatica ad arrivare alla seconda settimana del mese e le imprese sono costrette a chiudere strozzate dal fisco, abbiamo presentato un’interrogazione a risposta immediata in Commissione Finanze della Camera per capire quale sarà il prezzo per i contribuenti di questa “beatificazione” dell’ex ministro e se ciò è compatibile con i ripetuti inviti che Bankitalia, in uno con la Bce, rivolge a lavoratori, famiglie e pensionati al minimo, per l’adozione di misure di austerità, di tagli di costi e spese, di riduzione di pensioni e stato sociale. In tutto ciò Renzi tace e, per il momento, passodopopasso vanno avanti solo i soliti noti.”

NON SI PUO’ TACERE DINANZI A TUTTO QUESTO

Pubblicato in Diario quotidiano | 1 commento